2. Rostro Marzio e la grande soddisfazione

Buongiorno.
Vorrei raccontare un episodio che è stato per me una grande soddisfazione.
Domenica scorsa si presentava una giornata molto importante per me: infatti si verificava la pubblicazione del mio primo articolo su: La farfalla. Io quella mattina sperimentavo un notevole stato di eccitazione che voi potete solo immaginare, e anche la notte precedente il sonno è stato particolarmente nervoso. Nel senso proprio di impossibile.
Dopo la messa di domenica accade invece la soddisfazione.
Volevo prendere alcune copie di: La farfalla. Volevo anzi farlo prima della messa. Ma mia mamma, che è molto devota, mi ha consigliato di farlo dopo, per motivi rispettosi. Ritengo che l’obbedienza alla madre sia indispensabile.
Alla fine della messa, mentre uscivamo, ho preso in mano alcune copie di: La farfalla. Ho controllato: c’era il mio articolo. Questa è stata per me la prima grande soddisfazione.
Ma poi vi sono state ulteriori soddisfazioni.
Mi sono fermato fuori dalla Chiesa, sul grande sagrato, e ho visto zia Gioia e zia Beniamina (ho modificato questi nomi per proteggere l’identità di zia Franca e zia Carla) che parlavano con degli uomini. Sono corso da loro. In maniera contenuta: perché ero sul sagrato della Chiesa. Poi ho mostrato loro: La farfalla, ma loro erano distratte e pensavano che fosse: il Vangelo della Domenica, che si trova ogni settimana sui banchi della Chiesa, e mi hanno detto: sì sì Marzio, ce l’abbiamo. E continuavano a parlare cogli uomini.
Ma io ho fatto una certa insistenza.
E ho continuato a mostrare: La farfalla a quelle zie, e soprattutto la scritta: Rostro Marzio, e allora hanno aperto gli occhi, mi hanno fatto la domanda se ero veramente io, e io ho reso l’affermazione positiva, e allora loro hanno fatto dei larghi gesti ed emesso delle voci entusiaste, e mi hanno fatto subito molti complimenti, e una di loro è addirittura scesa subito dai gradini, con velocità e contegno, e ha quasi gridato: Pietro! (Il nome Pietro invece non è modificato. Per ragioni scherzose che nel proseguimento verranno chiarificate).
Pietro! ha detto nuovamente. E uno di quegli uomini ha infine interrotto l’andatura e capovolto il viso. Guarda mio nipote! ha detto la zia, e con un dito gli indicava da lontano: Rostro Marzio, e Pietro allora è tornato indietro (eh eh, ecco chiarificate) ma non nel senso del proverbio, invece nel senso veritiero. E dopo essere tornato indietro, anche Pietro ha letto: Rostro Marzio, e questa volta a voce alta, e mi ha fatto i complimenti, e poi è stata elargita l’informazione anche ad altre persone anziane sul sagrato, e mi sono state conferite congratulazioni, strette di mano e pressioni sulla spalla.
Questo è stato l’episodio di maggiore soddisfazione per me, e mi ripaga dei molti sforzi di espressione verbale che conduco per arricchire la mia scrittura. E di questo io vi ringrazio.
Ci fermiamo sempre per motivi spaziali.
Vostro Rostro Marzio

11 pensieri su “2. Rostro Marzio e la grande soddisfazione

    • Permettimi, ma stavolta è influente.
      Marzio sarà pure simpatico. Ma scrive come un cane.
      Compare qui come dimostrazione pratica del titolo del blog.
      Egli però è altro da me.
      Decisamente altro da me.
      😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...