Auto arriva in corsa

Stasera non resisto e cedo a un’altra delle mie tentazioni.
Provocare, fare le pulci, scrivere post inutili, andare in cerca del banale pelo nell’uovo, scegliete un po’ voi, di tentazioni, si vede, ne ho tante.

Dunque, guardate questo video.
So che è difficile, ma se potete: non leggete la didascalia accanto. Guardate il video e basta.

http://video.repubblica.it/mondo/auto-arriva-in-corsa-cane-guida-salva-pedoni/131895/130416?ref=HRESS-7

Visto?
Gli è andata bene.
Adesso leggete la didascalia.
Per comodità, ve la riporto qui. I corsivi sono miei.
“La telecamera mostra due persone, un uomo e una donna, che camminano mentre un cane si gira per guardare indietro. Pochi istanti dopo, l’uomo segue il suo esempio e mette in salvo gli altri due, poi un’auto arriva a grande velocità travolgendo tutto ciò che trova sul marciapiede. Così Todd Jurek e Danielle Alvarado, – entrambi istruttori di cani guida per non vedenti – si sono salvati per un soffio, grazie al labrador di 18 mesi di nome O’Neill, durante un giro di addestramento nella cittadina di San Rafael, in California (Usa)”

Ora. Riguardate il video.
Ma vi pare possibile che sia andata così? Ma vi sembra davvero che l’uomo abbia notato il cane voltarsi e successivamente si sia voltato anche lui incuriosito dall’insolito atteggiamento del cane?
Mio dio.

Tre cose, banalmente.
La prima, non so quale sia il vostro concetto di pochi istanti dopo, ma per conto mio è un tempo leggermente più lungo della frazione di secondo che passa tra il momento in cui gira la testa il cane e il momento in cui gira la testa l’uomo. Immaginatevi in strada, che camminate sovrappensiero… dai, si girano praticamente nello stesso momento.
La seconda, oso addirittura affermare che per me l’omino non si è neanche accorto del cane che guarda dietro. Sta guardando in basso, a destra, verso il muretto. Non sta guardando il cane.
La terza, il video è senza audio, ok, ma insomma, un’auto in retromarcia che cozza violenta contro qualcosa (un’altra auto?), perdendo pezzi (0.30), sbatacchia a quella velocità contro il muro di un edificio non è che ti arriva addosso proprio in silenzio

Ecco. Magari il cane non si è girato perché ha il sesto senso, ma perché ha sentito un po’ di casino alle terga. E lo stesso casino l’ha sentito l’omino, che praticamente nello stesso momento del cane si gira, vede, gli prende la cacalippa (e vorrei vedere me e voi in quella situazione) e grazie a dio ha la prontezza di zompar via così.

Be’? Secondo voi? Mi si è fumato il cervello? Può darsi. Del resto col titolo del blog che mi ritrovo direi che certe libertà me le posso prendere con sostanziale serenità.
Quindi.

No, perché capite, non è soltanto lana caprina. E non è la prima volta che succede.
Che ti menano vagamente per il naso con la didascalia.

Voglio dire.
Tre volte su quattro, prima di un video c’è uno spot pubblicitario. Vero?
Uno più uno, dai, ci arriva anche un ignorantone come me.
Auto arriva in corsa, mica tira. Cane guida salva pedoni, questo sì che tira!
E tu ci caschi, e clicchi, e parte lo spot.
Già visto.

PS che poi, tante menate dietro a se si gira prima l’uomo o il cane, ma l’avete vista poi quella macchina, mi chiedo, chi c’era alla guida per prodursi in uno show simile, non sarà mica che il cane si è girato invece perché…

24 pensieri su “Auto arriva in corsa

  1. E che dire di parole come “notizia choc”, ” tragedia”, “paura”… per idiozie che non dovrebbero essere neppure notate. E’ che tutto questo abbassa di molto la soglia di sopportazione degli eventi nelle persone. E poi quando ti capita una vera tragedia, che si spera sempre non succeda ma comunque potrebbe, la vivi molto peggio a causa di anni di lavaggio del cervello da parte di “addetti ai lavori” decisamente poco professionali.

    • Decisamente poco professionali, sensazionalisti alla spariamola più grossa. L’odissea di chi rimane bloccato qualche ora nel traffico su un’autostrada, o su un treno guasto, “non sono neanche venuti a portarci le bottigliette d’acqua, abbandonati al nostro destino in condizioni disumane in aperta campagna senza neppure il WiFi e l’aria condizionata” ho l’impressione a volte di vivere in uno stupido cartone animato.

  2. E va bene ma quanti video fasulli ci rifilano tutti i giorni? Io ne perso il conto. Quindi quello proposto rientra nella categoria: bidoni (della spazzatura).
    Che il cane per non vedenti sia in grado di capire che un pazzo in auto sta venendo addosso è del tipo «sarà ma non ci credo»

  3. Eh sì, eh sì, eh sì!
    Scusa, arrivo adesso ma abbi pietà di me, torno dalla spesa…
    Mi sa proprio che ci prendono per stupidi! E non solo in questo tipo di video… Mi guardavo giusto intorno ieri, ad esempio, mi soffermavo proprio sulla pubblicità di cui parlavi prima,
    Altro che post, per quella ci si può scrivere un’enciclopedia! Però un postino prima o dopo lo faccio…
    Ma non siamo così stupidi, già io parlo per me, pazienza la pazzia, ma stupida proprio no! Non ci sto!
    Magari dico, è tutto montato, no perchè poi penso che a me non capita mai di ritrovarmi in quelle situazioni a registrare una cosa simile, oppure sono proprio pazza (orgogliosa allora di esserlo) che anche a trovarmici, in un “film simile” è l’ultima cosa che farei…

    • Mi sa che hai proprio ragione. Per carità, il mondo è pieno di gente che ci frega. Pieno che non abbiamo neanche idea e non l’avremo mai (per fortuna). Da’ quel pizzico di fastidio in più, però, quando te la raccontano apertamente, palesemente, quando la realtà è lì davanti agli occhi eppure ugualmente ti offrono la storiella.
      Cioè, se proprio vuoi fottermi, fallo bene. Fottimi alle spalle. Ci sta. Ci sto. Anche se non sono abituato a fottere la gente, fa parte del gioco. Così no…
      Curioso, però. Uno ti fotte cento Euro, ma lo fa bene: lo accetti e te ne fai una ragione. Un altro ti fotte dieci Euro facendoti però passare per deficiente: ti girano le scatole il doppio.
      Pensieri di altissimo livello, stasera 😉

    • …in effetti la lezione de il tutto è falso, il falso è tutto l’ho imparata da un pezzo, solo che non riesco ad abituarmici e alle volte mi scappa ancora da ridere… 😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...