11. Perifrasi

“Nabokov era proprio un coglione.” Spassky è una che quando ha qualcosa di importante da dirmi la prende sempre alla lontana. “Mi son fatta fottere da un volumetto dell’Adelphi,” dice. “E mi scoccia parecchio.” Frasi che in apparenza non significano nulla. “Adelphi, tu ti fideresti di Adelphi?” E poi ci ricama sopra. “E di Nabokov?…

10. Bones

Domanda. Avete un cugino biondo altoatesino di nome Dieter che gioca a Hockey su ghiaccio in una squadra piemontese col numero 15 sulla schiena. E stasera, in diretta dal palaghiaccio di Cortina, danno in TV nientemeno che la partita di vostro cugino Dieter. Prima volta che vostro cugino Dieter appare in televisione (l’anno passato giocava…

9. Grazie

Sarà perché è notte, e si sente tutto. A me sembra di no. Ascolta anche tu. Respira peggio di prima. Parla sottovoce. D’accordo. Prima entravo, e si sentiva soltanto il rumore della pioggia. Adesso non piove più, e senti solo quel fastidioso gorgogliare dei polmoni. Si sente anche da qui. Lui è sveglio. Vuole che gli…

8. Un certo numero di domande

Gabbo è un collega sulla cinquantina abbondante coi capelli lunghi e ricci e un po’ bianchi che passa le vacanze nei posti più strani del mondo, Caienna, Irkutsk e la Stazione Bellingshausen in Antartide solo per dirne tre, e ha un carattere tutto suo e di poche parole che non sai mai come prenderlo perché…